LICEO G. PEANO • TORTONA classico • scientifico • linguistico • scienze umane
Saluto del Dirigente Scolastico

Il bello della scuola...

Carissimi, da domani la maggior parte di voi sarà in vacanza. L’anno scolastico 2018/19 sarà da archiviare tra il bagaglio dei ricordi, e porterà con sé memorie, fatti, persone e luoghi. Il nostro percorso (e sottolineo “nostro” perché lo abbiamo costruito insieme, voi, i vostri docenti, le vostre famiglie il personale ata ed io) è stato impegnativo ma denso di eventi ed emozioni, di contenuti e di competenze. Abbiamo iniziato con il progetto accoglienza per le classi prime, per poi immediatamente volare ad Cheltenham. Abbiamo realizzato le Bancarelle scientifiche, che sono ormai appuntamento fisso per la città di Tortona. Abbiamo aperto la scuola di sera, con il nostro “Open Night” e con la Notte nazionale del Liceo Classico, un Liceo sulla collina che splende di luci e di entusiasmo. Abbiamo portato la musica dove di per sé la musica non è contemplata nei programmi ministeriali, ma che è valore aggiunto trasversale a tutte le discipline: il gruppo Interesse Scala, il pianoforte al primo piano. Abbiamo dato spazio alle arti, sia come spettatori ma, soprattutto, come protagonisti. Abbiamo recitato tanto, non solo in italiano ma anche in tedesco, guadagnandoci il plauso di chi ci è venuto ad ascoltare e vedere, e soprattutto di chi ha le competenze per capire la qualità del lavoro svolto. Abbiamo dato voce ai talenti di ciascuno. Abbiamo realizzato uno splendido teatro multilingue in collaborazione con la Coltelleria Einstein. Abbiamo portato “Ecuba” in Sicilia, e la porteremo a Libarna. Abbiamo celebrato il 150 anno di Pellizza e Saccaggi, con una particolare splendida replica per Pellizza presso la Biblioteca di Alessandria. Abbiamo partecipato alla disputa classica, giungendo finalisti a Torino. Libarna: il liceo delle scienze umane, e in particolare la classe terza, ha coinvolto bambini e adulti in una preziosa giornata di inizio giugno a Libarna, dove passato e futuro si intrecciano. Abbiamo costruito un gemellaggio con il Liceo “Euclide” di Cagliari, in una preziosissima collaborazione che ci ha visto volare in Sardegna. E poi, il progetto sulla legalità: abbiamo attraversato la città il 24 maggio per ricordare Giuseppe Falcone e Paolo Borsellino, perché “la mafia uccide, il silenzio pure”. E noi non vogliamo stare in silenzio.

E poi il Concorso Diventiamo cittadini Europei, lo spazio alla legalità, i pregevoli risultati ai concorsi, la nostra presenza presso il Consiglio regionale del Piemonte. Abbiamo dato spazio all’educazione alla salute, alla consapevolezza che “L’amore conta”. Abbiamo partecipato a tante gare e competizioni (olimpiadi di italiano, di matematica), conseguendo tanti successi, tanti applausi, tante soddisfazioni. Abbiamo partecipato per la prima volta alle Olimpiadi dell’Economia e della Finanza. Abbiamo partecipato al percorso di “Gioco e Competenze”. Abbiamo realizzato il “Pi greco day” Abbiamo implementato l’utilizzo della piattaforma Google SuIte: attraverso la continua innovazione, il volto nuovo della tradizione. Ci siamo occupati degli altri con le attività di volontariato, ci siamo avvicinati all’esperienza del carcere. Abbiamo di nuovo dato vita al concorso “Voci per la Poesia”, che ha visto la partecipazione di studenti provenienti anche dalla Toscana, dalla Liguria, dalla Sardegna. Abbiamo realizzato il PON ASL a Cannes, dove gli studenti hanno svolto alternanza scuola lavoro presso i professionisti francesi. Siamo diventati cittadini più consapevoli porgendo il giusto risalto alla nostra Costituzione, perché “la scuola è aperta a tutti”. Abbiamo partecipato il 15 marzo alla manifestazione per l’ambiente, perché l’ambiente dipende da noi, tutti i giorni. Abbiamo seguito le lezioni del prof. Luciano Valle e del suo staff, partecipando anche al seminario conclusivo a Alessandria. E, perché noi non vogliamo fermarci alla superficialità, abbiamo ascoltato le parole del prof. Alessandro Rosina: i giovani e l’ambiente. Abbiamo (e stiamo seguendo) le regole della raccolta differenziata. Abbiamo migliorato il nostro senso di appartenenza alla scuola. Siamo stati sostenuti dall’efficace sportello di ascolto. Abbiamo trovato specialisti che ci hanno dato una mano quando ne abbiamo avuto bisogno. Ci siamo confrontati, guardati, ammirati, capiti. Abbiamo raccolto per poi donare (tappi, occhiali) Abbiamo seguito (e stiamo seguendo) percorso di alternanza scuola lavoro di qualità, in collaborazione con enti e associazioni presenti sul territorio.

Abbiamo svolto i corsi di certificazione linguistica in inglese, francese e tedesco. Abbiamo svolto i percorsi ECDL. Abbiamo imparato Autocad. Abbiamo raggiunto ottimi risultati nelle competizioni sportive, abbiamo partecipato ai giochi della tradizione. Le nostre studentesse della squadra di basket hanno conseguito il terzo posto alle finali nazionali, riempiendoci di orgoglio.

E poi gli splendidi risultati di nostri ottimi studenti alle Olimpiadi della cultura e del talento (finalisti a Tolfa), al Certamen Patristicum Viglevanense, alle finali delle Olimpiadi nazionali di lingua e Civiltà classica a Reggio Calabria, alle finali del Certamen Senecanum. E molto altro ancora Abbiamo imparato che il bullismo ed il cyber bullismo si possono sconfiggere: noi, voi, i vostri genitori ed i vostri docenti in un percorso comune. Abbiamo svolto tanti laboratori, tutti originali, tutti personalizzati e performanti. Le peculiarità di ciascuno al servizio dei docenti. Abbiamo incontrato esperti, abbiamo fatto domande e trovato risposte. Abbiamo navigato fiumi, solcato cieli e attraversato monti e pianure. Abbiamo realizzato il nostro primo annuario. La nostra appartenenza a questa scuola lascia un segno scritto. Abbiamo conosciuto il processo dell’insegnamento attraverso gli HELP di italiano, di Latino, di matematica...

Abbiamo imparato, tanto...ogni giorno di più, ogni giorno una lezione diversa. Abbiamo posto un mattone tutti i giorni sulla costruzione della conoscenza. Abbiamo imparato tante lezioni, compresa quella che, con l’impegno costante, con il rispetto dell’altro e la condivisione di regole comuni, si può diventare persone migliori, persone degne della scuola che state frequentando e, soprattutto, della città e della nazione che vi accoglie. Il bello della scuola è questo, ragazze e ragazzi!

Ringrazio tutti voi, studenti e famiglie, personale docente e ATA. Ringrazio inoltre il Comune di Tortona, l’Ufficio scolastico territoriale, il CISA, la Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona, l’Amministrazione Provinciale, l’Associazione Ex allievi, al Rotary club ed i Lions clubs del territorio e tutti gli enti e le associazioni che hanno collaborato con noi. Un saluto particolare alle classi quinte e un grandissimo “in bocca al lupo” per l’importante impegno che li attende.

E per voi...arrivederci all’anno scolastico 2019/20!

Il Vostro Dirigente Scolastico prof.ssa Maria Rita Marchesotti


Pubblicata il 15 giugno 2019

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.